Glossario dei giochi

Glossario dei giochi attraverso gli oggetti di casa

Inauguriamo il Glossario dei giochi che intende essere una guida semplice e rapida per capire come scegliere e sfruttare tante cose che abbiamo in casa per giocare.

Prima di comprare giocattoli possiamo dare alle cose che abbiamo già in casa una nuova vita e un nuovo uso. Un modo sostenibile ed economico che insegna con creatività e fantasia ai figli anche come poter riciclare e risparmiare.

SPAZIO IN AGGIORNAMENTO CONTINUO

Acquario: contare i pesci in un acquario (solo se ci sono tanti pesci).

Ancora: (solo per case con scale e bambini grandi) realizzare un’ancora di cartone e fare delle prove per “gettare l’ancora” raggiungendo il punto indicato. Per i più piccoli il gioco può essere fatto salendo (tenuti dal genitore) sopra una sedia.

Armadio: utilizzarlo come nascondiglio durante la caccia al tesoro casalinga.

Bottiglie di plastica vuote: rivestirle con cartoncino e nastri, e decorarle per poi usarle come birilli del bowling o come segnaposti dei percorsi motori misti da realizzare in casa.

Bastoncini di legno: utilizzare bastoncini di legno colorato per scrivere sopra delle parole, nasconderli e farli cercare. Possono formare una frase o essere i simboli di una festa. Dopo averli trovati è possibile anche utilizzarli per creare forme o sculture.

Cartoncini: un must di ogni decoration party, si posso usare per fare maschere, pettorine, bracciali decorati, e chi più ne ha più ne metta.

Cd: utilizzare le canzoncine da bambini per fare il classico gioco della canzone interrotta e vedere chi si ricorda meglio le parole.

Cane: vedi gatto.

Cannucce: per realizzare simpatici lavoretti, o per fare delle “spade anti graffio”.

Collage: creare un puzzle, nascondere i singoli pezzi da fare poi ritrovare e incollare su un tabellone.

Cuscini: utilizzarli per i percorsi motori misti, per costruire un torre, per creare delle tane in cui nascondersi, per giocare al tappeto volante.

Carta igienica: arrotolara intorno ad un “volontario” per fare la mummia.

Dadi: per semplificare la conta quando si è in tanti. Con i grandi si può far scegliere un numero a 1 a 12 (se si usano 2 dadi), sopra a quel numero si in vice e si entra nell’ordine del gioco.

Dita: puntare una torcia sul muro a luce spenta e inventare una storia con le ombre cinesi.

Decorazioni: far realizzare decorazioni con i disegni dei bambini da appendere in giorni per la casa.

Di prossima pubblicazione

Federa: utilizzare una vecchia federa come la classica "pignatta", da chiudere con un semplice nastro allentato... e che potrà essere appesa dal lato aperto.
Le vecchie federe (se lo spazio lo consente) possono essere usati per la classica corsa con i sacchi.
Oppure possono essere legate in vita per realizzare bellissime e colorate code da sirena.

Fumetti: aprire una storia a caso leggere due vignette e far indovinare la fine della storia.

Forbici: sagomare i cartoncini per creare decorazioni.

Gatto: Preparare un percorso fantasioso per il gatto domestico e provare a convicerlo a passare (dentro hula hop, mordicchiare peluche, passare dentro un tubo gioco, saltare su un puff), ecc.

Giornali vecchi: utilizzare la carta di giornale per confezionare palline da utilizzare per gare di basket o come bocce, ma anche per decorazioni fantasia o collage.

Glitter: è una polvere di fata.

Gomitoli: creare percorsi per ritrovare qualcuno come il filo di Arianna, oppure in cerchio lanciarli dicendo una parola per uno con rima, cercando di arrivare a srotolare tutto il filo.

Hula hop: può essere usato per gare di hula hop classico, come canestro, nei percorsi motori in casa, ma anche come obiettivo per gare di lancio (vedi palline fatte con giornali vecchi).

Imbuto grande: far entrare oggetti piccoli in una bottiglia (gioco a tempo).

Lavagnette (gessi o magiche): il gioco consiste nel far disegnare degli oggetti, e mostrare solo parti del disegno (le altre possono essere coperte), oppure mostrare il disegno per 2 secondi, gli altri partecipati devono indovinare.

Libri (vedi percorso)

Lenzuolini: i vecchi lenzuoli del lettino possono diventare, mantelli, tappeti volanti, vestiti da creare come stilisti, sipari di teatro, culle per peluche, fantasmi, ecc.

Mattoncini: gare di costruzioni (torri più alte, oggetti più complessi, gare a tempo, ecc.).

Magliette colorate: decorazione vecchie magliette con pennarelli per tessili.

 Nodo: recuperare vecchie matasse di lana annodate e fare delle gare a tempo per sciogliere i nodi. Oppure far creare dei nodi complessi di tipo marinaresco. 

Orologio: (per i più piccoli) creare un grande orologio della giornata con cartoncino, girare le lancette e far scegliere da una serie di immagini (prese da vecchi giornali o disegnate da voi) quali sono le cose che si fanno in ogni parte della giornata ed incollarle al posto giusto.

Ostacolo: creare un ostacolo (es. una sedia, una pila di cuscini o peluche) e fare una gara per trovare modi divertenti di superare gli ostacoli.

Peluche: possono essere utilizzati in tanti giochi, come ad esempio nascondere uno specifico peluche e farlo trovare dando una serie di indizi progressivi;

Percorso: realizzare piccoli percorsi all'interno della casa con cuscini, libri, hula hop a delimitare il percorso da fare.

Post-it: fare un disegno sul post-it e attaccarlo dietro alla schiena di un bambino, che dovrà indovinare con le indicazioni degli altri.

Piatti di carta + pentoline: (per i più piccoli) fare una sfida di camerieri, fare un percorso senza far cadere gli oggetti dal piatto.

Palla: utilizzarla nei percorsi di casa (senza tirare ma rotolare), per sedersi sopra, per sopra scriverci dei messaggi (e raccogliere così gli autografi degli amici), ecc.

Porta: un giocatore da una parte della porta, gli altri dall'altra. Il giocatore dice una parola che deve essere compresa da chi è dietro la porta.

Puzzle: utilizzare i puzzle da bambini per fare delle gare a tempo di montaggio.

 Quaderni vecchi:  utilizzarli per i giochi scritti (come fiori, frutta, città) o come album di disegno. 
 Radio: gioco della canzone interrotta.  

Scatoloni: creare una casa o tana personalizzata, per le bambole o per se stessi.

Sciarpa: tiro alla fune

Scopa (manico): oltre che essere utilizzabile come classico limbo, può essere utilizzata come cavallo, o come delimitatore del campo di gioco.

Spago e mollette da bucato: da utilizzare per appendere disegni, punti e premi.

Specchio: indovinare oggetto che si trova alle proprie spalle;

Stickers: fai da te (vedi post dedicato) o acquistati saranno punti per il tabellone.

Sveglia: utilizzarla come regolatore di gioco…. Quando suona inizia il gioco, quando suona la seconda volta si interrompe il gioco.

Tappeto: tappeto volante, trascinare i peluche.

Tenda: (solo se non ci tenete troppo) potete usarla come sipario per uno spettacolo…. o per il nascondino.

Torcia: ombre cinesi.

Di prossima pubblicazione

Valigia:  utilizzare una vecchia valigia come una sorta di Scatola magica dei giochi in cui riporre tutti i possibili oggetti di gioco a tema per la festa. Presentare la festa come un viaggio in un paese lontano, in cui dobbiamo portarci ciò che serve.

Vignetta: stampare delle vignette semplici senza testo e far scrivere la storia ai bambini (sarà come realizzare un piccolo cartone animato)

Vicino: se avete un buon rapporto con i vicini, potete allargare la caccia al tesoro consegnando un indizio al proprio vicino.

Vaso:  preferibilmente in plastica da utilizzare per le decorazioni, o per nascondere oggetti da indovinare.

Di prossima pubblicazione